Tutti insieme appassionatamente. Non è solo il titolo dello storico film di Robert Wise uscito nelle sale 55 anni fa. E’ anche la strategia portata avanti dalla Roma nella lotta al coronavirus. Ne fanno fede le due ultime iniziative che il club giallorosso, pur non mettendole in vetrina, ha messo in cantiere. La prima – la più segreta – è stata quella, due giorni fa, di riunire i rappresentanti di tutti i propri sponsor per fare il punto della situazione sul calcio e sulla società, alla luce degli effetti della pandemia.

Non basta. Agli sponsor – oltre aiuti materiali in questo senso (gli ospedali e le istituzione della Capitale da settimane beneficiano degli aiuti della Roma) – sono state chieste anche idee e progetti. Insomma, collaborazione nel senso più largo possibile, pur prospettando loro che la crisi sarà di sistema e la società giallorossa non potrà non pagarne un prezzo, come tutti. Il “feedback” è stato estremamente positivo e gli sponsor hanno apprezzato. Anzi, alcuni – che hanno interessi anche in altre realtà – hanno ammesso di non essere mai stati coinvolti in un modo così capillare.

FONTE: Gazzetta.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui