Paulo Fonseca in panchina Roma-Basaksehir - Photo by Getty Images

(SKY SPORT) Terza vittoria consecutiva, di carattere. Le dà soddisfazione questa squadra? “Si molto. Abbiamo giocato bene, dominato tutta la partita. È vero che nel secondo tempo il Bologna è salito in contropiede e ha creato occasioni da gol, ma abbiamo meritato la vittoria per il carattere, per l’unione e per il coraggio”.

La condizione atletica della squadra è molto buona… E’ soddisfatto del lavoro fatto sulle gambe dei giocatori? “Si non possiamo dimenticare che abbiamo giocato in mezzo alla settimana con l’Istanbul. É stato difficile per i giocatori, ma stanno bene fisicamente”.

Siamo tutti contenti di vedere il bel gioco, ma qualcuno potrebbe non essere contento dei risultati… “Io ho visto molte partite qui e so perfettamente che la partita è sempre pericolosa. Sappiamo che anche quando abbiamo la palla possiamo correre rischi. Non è possibile dire che la partita qui è controllata, perché le altre squadre hanno qualità e l’ho capito perfettamente”.

Non si preoccupa delle critiche, ma di esprimere il suo calcio anche in maniera rischiosa… “Si noi capiamo la situazione dall’inizio, vediamo che abbiamo cambiato qualcosa, mi sto adattando e penso che questo modo di giocare è più realista. Ma noi vogliamo sempre vincere”.

Come ha convinto Dzeko ad essere così leader? “Penso che tutti sono contenti, non solo Dzeko, si vede dal modo in cui giocano. Dzeko è fondamentale, è un leader e un grandissimo giocatore. Sono molto felice perché non ho lavorato con il Dzeko dell’anno scorso. Ho lavorato dal primo giorno con un Dzeko motivato, entusiasmato e felice. È troppo importante, confido molto in lui”.


(ROMA TV)

Una vittoria diversa rispetto al passato, di carattere… “Sì, abbiamo meritato la vittoria perché abbiamo fatto un gioco coraggioso. È difficile giocare qui con questa squadra. Il Bologna è una buona squadra, ma noi abbiamo fatto meglio e abbiamo creato occasioni per vincere. Abbiamo vinto perché abbiamo carattere”.

Numeri importanti per la difesa della squadra… “Stiamo imparando anche difensivamente, il Bologna non ha avuto molte occasioni. Abbiamo giocato sempre nella metà campo offensiva. La squadra sta imparando in fase difensiva, è importante”.

Coraggio è andare alla ricerca del gol al 95′. Questo la ripaga? “Quando parlo di coraggio parlo di una squadra che domina la partita in trasferta contro un grande avversario. Abbiamo fatto questo, abbiamo attaccato sempre e creato situazioni. Per questo dico coraggio”.

Preferiva una grande prestazione con un risultato negativo o il contrario? “Sono realista, mi piace un buon calcio ma prima devo vincere. Possono essere come oggi tutte le partite. Di certo dobbiamo soffrire, ma per me è più importante vincere”.

Come mai nel primo tempo, anche in coppa, manca il coraggio di andare a dribblare? “Nel primo tempo non abbiamo fatto movimento in profondità nell’ultimo terzo di campo. È vero è mancata un po’ di iniziativa individuale. Non siamo arrivati con pericolo nell’area avversaria e questo dobbiamo imparare a farlo. Ma una cosa che non possiamo dimenticare è che noi abbiamo fatto una partita in mezzo alla settimana, il Bologna no. Anche per questo è importante vincere, la squadra ha dimostrato capacità di sacrificio”.

CONTINUA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui