CELAR Ruznic (Ag. giocatore): ‘Vi racconto tutto sul baby bomber della Roma. Ilicic sarebbe perfetto per la Roma’

0
10

Amir Ruznic svela aneddoti e curiosità sull’attaccante sloveno che ha debuttato in Serie A dopo 22 gol in 19 partite con la Primavera: “Lo voleva la Fiorentina, io sono romanista e l’ho portato a Trigoria. Vi spiego perché non assomiglia a Dzeko”

La Roma si coccola un baby attaccante sloveno da 22 gol in 19 partite con la Primavera di Alberto De Rossi e un debutto in Serie A fresco fresc, arrivato ieri sera negli ultimi minuti della gara con l’Empoli. Zan Celar è il nuovo gioiellino di Trigoria: “Io ho sempre creduto in lui – racconta su gianlucadimarzio.com Amir Ruznic, agente del classe ‘99 – non sono particolarmente sorpreso perché conoscevo le sue potenzialità, anche se una media gol del genere non è da tutti i giorni. Neanche per un fuoriquota come lui”.

Fuoriquota in Primavera e prima volta in Serie A: “Non immaginavo che sarebbe entrato”. E invece: “Va dato il merito a Ranieri, che con il risultato in bilico e in dieci uomini ha avuto il coraggio di far entrare un attaccante per un attaccante. Non era una situazione facile per buttare dentro un ragazzo. Complimenti all’allenatore”.

E Zan? “L’ho sentito dopo la partita, era contentissimo. Oggi sarà ancora con la prima squadra, spero che possa fare altre due/tre presenze prima della fine del campionato. Ma l’importante è rimanere sempre con i piedi per terra”.

La stagione scorsa è servita per ingranare: 15 gol in 35 partite. Poi il boom: “Aveva bisogno di ambientarsi. Era arrivato in un contesto nuovo, non parlava la lingua e non conosceva nessuno. Ora si trova molto bene e anch’io lo vedo diverso”. De Rossi se lo coccola e lo aiuta a crescere: “Hanno un ottimo rapporto. Parla molto bene dell’allenatore, mi dice che per loro è come un padre”.

Con l’italiano così e così, ma sotto porta non ne sbaglia una: “Sa fare gol di destro, di sinistro e di testa. Vede bene la porta, che per un attaccante non è male come caratteristica”. Anche se: “Deve essere un po’ più aggressivo”.

Tanti paragoni con Dzeko, ma non è che siano poi così uguali: “Giocano nello stesso ruolo, ma secondo me hanno caratteristiche diverse. Celar è più piazzato come struttura fisica, è cresciuto molto negli ultimi due anni sotto questo punto di vista. E nonostante questo è anche molto veloce”. (…)

Celar ma non solo, perché tra gli assistiti di Ruznic c’è anche Josip Ilicic (gli altri in Serie A sono Stulac e Kurtic): “Sarebbe perfetto per la Roma”. Che nel mercato di gennaio ci ha provato per davvero. (…)

PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO CLICCARE QUI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui