CHAPECOENSE Quando il destino era scritto: morto il cronista Rafael Henzel. Era sopravvissuto alla tragedia aerea

0
22

E’ venuto a mancare nella giornata di martedì Rafael Henzel, il giornalista 45enne che era uno dei sei sopravvissuti della tragedia aerea del 2016 del volo 2933 precipitato a causa della mancanza di carburante mentre trasportava la Chapecoense a Medellin per l’impegno di Copa Libertadores. “Speriamo vivamente che la famiglia abbia la forza di affrontare ancora un altro momento difficile e questa perdita irreparabile. I sentimenti e le preghiere di società e tifosi sono con te Rafael” è il messaggio del club brasiliano su Twitter. Henzel ha accusato un malore durante una partita di calcetto con amici e, secondo le prime notizie ufficiali, sarebbe stato un infarto a stroncarlo. Per la scomparsa del cronista, la Chapecoense ha chiesto alla federazione di spostare la sfida contro il Criciuma, in programma mercoledì, perchè “non ci sono le condizioni giuste per giocare”.

HENZEL, SIMBOLO DELLA CHAPE – Henzel era uno dei sei superstiti della tragedia aerea, dove ci furono 71 vittime e si salvarono anche tre giocatori e due membri dell’equipaggio. Il cronista aveva scritto un libro intitolato “Vivi come se stessimo appena per cominciare” ed era uno dei simboli della ricostruzione del club brasiliano. Henzel lascia la moglie e un figlio. “Nel corso della sua brillante carriera, Rafael ha raccontato la storia della Chapecoense. Era un simbolo della ricostruzione del club e sarà sempre ricordato nelle pagine verdi e bianche di questa istituzione” è il ricordo della Chapecoense sul sito ufficiale del club.

Commenta questo post

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui