Paulo Fonseca in panchina Roma-Brescia - Photo by Getty Images
AMAZON SPECIAL OFFERT

«È una partita speciale». Questo è il primo Roma-Juventus per Fonseca. «Il problema non è giocare con avversari come i bianconeri – spiega il tecnico – in questi casi i calciatori sono motivati. Sono più preoccupato quando giochiamo contro Torino, Sassuolo o altre squadre».

Sembra un richiamo all’atteggiamento avuto dalla squadra domenica scorsa: «Mi riferisco alla mentalità e all’ambizione. Ai giocatori ho detto che domenica scorsa, non s’è trattato di atteggiamento sbagliato ma dobbiamo comunque volere di più». E non può essere un caso se nel girone d’andata la Roma non ha battuto nessuna delle prime 7 in classifica.

Ci proverà con l’avversario più difficile: «È vero che abbiamo perso con Atalanta e Parma ma penso che abbiamo giocato sempre bene e con coraggio. A volte manca un po’ di aggressività. Dobbiamo fare più gol ma non sono preoccupato per i numeri di Edin o altri. Magari Zaniolo ha più gol degli altri esterni. L’importante è essere offensivi».

FONTE: Il Messaggerro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui