AMAZON SPECIAL OFFERT

SKY SPORT Settimana piena di emozioni… “Sì, è stata bella intensa. Volevo giocare una grande partita e volevo vincere, ho fatto entrambi. Ora c’è una settimana decisiva”.

Hai dimostrato che alla Roma stai bene… “Sì, ogni giocatore vuole il meglio per se stesso e quindi anche per la squadra dai il massimo. Ogni giocatore vuole vincere e dare il 100%, oggi sono soddisfatto”.

Hai dimostrato anche di star bene fisicamente… “Io sto bene, un giocatore della Nazionale che ha girato varie squadre e ora sto alla Roma, mi sembra una follia dire che sono rotto… Anche a Milano mi sono allenato da solo in palestra”.

Non male la settimana che sta arrivando con Juve e derby… “Ormai sono alla Roma e penso solo a queste settimane. Incontriamo grandissime squadre, domani ci prepareremo”.

Deluso da qualcuno per la vicenda che l’ha coinvolto? “No, il direttore (Petrachi, ndr) ha già parlato e non voglio andare avanti. Sto alla Roma, abbiamo tutto nella vita e dobbiamo solo ringraziare”.


ROMA TV Non è mai facile vincere qui.. “Primo tempo quasi perfetto, peccato per il gol del Genoa. Nel secondo tempo hanno pressato tanto, giocavano sempre sulla seconda palla ma sapevamo che sarebbe stato difficile”.

E’ stata una settimana difficile… “Ho passato la settimana della moda a Milano (ride, ndr). Scherzi a parte, sono stati giorni intensi ma quando sono tornato a Roma ho pensato che non sono questi i problemi. L’affetto dei tifosi sui social mi ha dato una grande carica, li ringrazio”.

Possiamo dire che questa squadra si esalta nell’emergenza? “Sì, oggi avevamo gli uomini contati ed avevamo un cambio per ogni reparto. Quando è così è difficile ma abbiamo di saper fare quello che dobbiamo anche nel mese di novembre, anche quando siamo contati. C’è spirito di squadra e così ci viene tutto più facile”.

Ci aspettiamo uno Spinazzola migliore da ora in poi… “Sì, sono tornato venerdì con una carica di rabbia per quello che mi hanno detto: sono rotto, difettoso…Sono chiacchiere. Ho giocato alla Juventus, all’Atalanta in Nazionale…Sono tutti incompetenti. Oggi ho dimostrato di stare bene, ho corso tanto e sono carico”. Con i compagni ho scherzato quando sono tornato. Mi sono ripresentato, dicendo “piacere” e tutti mi hanno ridato il benvenuto (ride, ndr). Tutti tengono a me perché mi faccio volere bene, sono sempre, allegro, educato e amico di tutti”.

FONTE: Sky Sport

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui