Icardi-Dzeko, scambio di nome Wanda aspettando Neymar

0
68

Tutti sintonizzati sulla telenovela Neymar: Icardi, Higuain, Dzeko, Dybala ma anche James Rodriguez e Coutinho seguono con trepidazione le ultime novità riguardanti il campione brasiliano. Perché il futuro di O Ney, in rotta con il Psg e vicino al ritorno in Spagna, indirizzerà quello degli altri attaccanti, ora attenti e semplici spettatori dell’intricato valzer delle punte. Tante le combinazioni possibili e le opzioni valutate. Tra queste un ritorno del Psg su Dybala, ma attenzione anche al ruolo di Coutinho (il suo eventuale arrivo a Parigi nell’ambito dell’affare Neymar ostacolerebbe quello dell’argentino bianconero) e all’eventuale alleanza sull’asse Torino-Milano.

I rivali Marotta e Paratici sanno infatti che uno scambio alla pari (sugli 80 milioni) Icardi-Dybala risolverebbe i rispettivi problemi finanziari e tecnici. Sarri avrebbe il bomber a lungo inseguito e corteggiato; Conte invece un talento come la Joya da utilizzare in coppia con Lukaku. Intanto Maurito viene descritto ancora amareggiato e deluso per la scelta dell’Inter di consegnare al belga ex United la sua maglia numero 9. Prima dell’ultimo, eclatante, gesto nerazzurro, Mauro pensava di poter ancora conquistare la fiducia del tecnico Conte e, nel caso, di trasferirsi alla Juve.

I contatti con i bianconeri infatti non si sono mai interrotti: Torino è sempre stata l’unica destinazione nei pensieri del giocatore, mentre Wanda Nara continuava (e continua) a trattare con le altre società. La manager vuole infatti esporre a Maurito tutte le opzioni, nel caso in cui la Juve non riuscisse a presentare un’offerta all’altezza all’Inter. Si spiegano così i colloqui avuti con la Roma, il Psg, l’Atletico Madrid e il Napoli che, con la doppietta Lozano-Llorente, si tira fuori dalla corsa.

La Roma resta invece in una posizione di attesa, senza urgenze e date in agenda. Ha dalla sua la carta Dzeko da inserire nell’affare con l’Inter e l’appoggio degli stessi nerazzurri che ovviamente preferirebbero evitare operazioni con la Juve. Confermate nel frattempo le cifre dell’affare intavolato già da diverse settimane da alcuni intermediari: 40 milioni più il cartellino del bosniaco (20 milioni di euro) con un extrabudget considerato per lo stipendio del calciatore.

Il ds Petrachi è infatti disposto a mettere sul piatto fino a 8 milioni per convincere Icardi a sposare la causa giallorossa. Non solo Maurito, il direttore sportivo salentino dialoga anche con l’entourage del belga Batshuayi e con la Juve per Higuain. Il nodo non cambia: la buonuscita. Il Pipita valuterà eventuali offerte solo se i bianconeri gli garantiranno un importante contributo economico per lasciare Torino.

LA FRETTA Insomma, solo il Psg ha fretta in questa settimana di ferragosto. Al Khelaifi ha chiesto al ds Leonardo di chiudere velocemente la vicenda Neymar. L’asso brasiliano vuole tornare al Barcellona, ma i francesi partono da una valutazione di 250 milioni. Il Real Madrid osserva: Perez può contare sugli ottimi rapporti con i parigini.

La Fifa infine ha multato il Manchester City di 370.000 franchi svizzeri (circa 340.000 euro) per aver aggirato le regole della Federcalcio mondiale in tema contrattualizzazione di calciatori con meno di 18 anni. Il club inglese ha ammesso le proprie colpe e pertanto evitato il blocco del mercato.

FONTE: Il Messaggero – E. Trotta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui