Tuttoasroma

Il calcio CA Lisieux acquista una palestra, con l’aiuto di Nzonzi (RS Actu.fr)

Il calcio CA Lisieux diventa proprietario della palestra Bobet. Un primo in Normandia. Il club ha potuto contare sull’aiuto involontario di un campione del mondo, Steven N’Zonzi. Entro la fine di gennaio 2019, CA Lisieux sarà proprietaria del liceo Louison-Bobet. “Non manca nulla che la firma al notaio” rallegri il presidente, Lilian Lebarbey. La squadra di calcio di Lisieux (Calvados) ha acquistato questa stanza, accanto al collegio Michelet, ginnastica regionali della lega per un euro simbolico . I lavori di ristrutturazione sono iniziati a dicembre 2018, l’attrezzatura sarà operativa per la stagione 2019-2020. Quentin Piquet, dipendente, afferma: “Sarà pronto prima, ma preferiamo annunciare la prossima stagione. Saremo l’unico club in Normandia ad avere la nostra palestra”.

L’aiuto del campione del mondo La maggior parte del progetto riguarda il tetto, logorato dalle infiltrazioni d’acqua. Il CAL ha preso in prestito 30 000 € per ripristinare il suo antico splendore. Il trasferimento in AS Roma del campione del mondo Steven N’Zonzi, che indossava i colori giallo e nero all’età di 14 anni, ha permesso al club di venire in banca con la schiena solida. Lilian Lebarbey spiega: “Riceviamo € 65.000, pagabili in quattro rate, come parte delle indennità di formazione. Anche senza questo trasferimento, potremmo comprare la palestra. Ma questo è sicuro che il denaro ha reso le cose più facili”. La palestra dovrebbe anche essere chiamata Steven N’Zonzi. L’allampanato centrocampista difensivo sarà invitato a tagliare il nastro durante l’apertura ufficiale, che dovrebbe svolgersi nella prossima stagione, l’anno centenario del club.

I 524 membri autorizzati di CA Lisieux potranno giocare a calcio tutto l’anno, specialmente in inverno, quando il tempo costringe il comune a chiudere i campi di erba. Damien Lozahic, dipendente, sottolinea: “L’anno scorso, ad esempio, molte pratiche sono state annullate e i giochi sono stati posticipati a causa del maltempo. Giocatori, bambini e adulti, sono stati penalizzati. È sempre complicato avere slot per futsal, le sale municipali sono già occupate da altri sport. Lì, la domanda non sorgerà più. Saremo a casa”.

Volontari per i lavori Per un mese, i volontari si alternano per eseguire il primo lavoro di pittura e pulizia, ma anche per sistemare i sedili e le porte del cappotto. “Cambiamo il rivestimento. Sarà una superficie sintetica o una superficie futsal speciale. La palestra sarà omologata per ospitare le partite “afferma Quentin Piquet. Una sala pesi sarà allestita in una ex sala tecnica.

PER LEGGERE L’ARTICOLO ORIGINALE CLICCARE QUI

Commenti

commenti