La nuova Roma made in London

0
125

C’era una volta Roma caput mundi. Da qualche tempo l’universo giallorosso s’è spostato a Londra. È qui che è nata la scelta legata a Fonseca. È sempre nella City che il tecnico ha conosciuto Pallotta e probabilmente sarà sempre nella città londinese che il club, previo l’operato di Baldini, proverà a rinforzarsi in vista della prossima stagione. Un difensore in primis, Alderweireld, ma non solo. Perché il consigliere del presidente è pronto anche ad esaminare eventuali proposte per Zaniolo.

Il Tottenham, insieme alla Juventus, è il club che ha manifestato maggiore (e concreto) interesse per il ragazzo di Massa. A lungo s’è parlato di un’offerta di 35 milioni che a Trigoria però non hanno mai ricevuto. Tra l’altro, la Roma è sì pronta ad ascoltare ma valuta il 19enne 50 milioni. Procediamo tuttavia con ordine. Il primo obiettivo di Baldini è arrivare al nazionale belga. Nel summit di Siena, il consigliere del presidente ha convinto Petrachi a voler conoscere almeno i margini di manovra sul difensore.

Alderweireld guadagna 4,3 milioni ma ha il contratto in scadenza nella prossima stagione. Sino al 25 luglio chi lo vuole deve pagare la clausola rescissoria di 30 milioni che tuttavia Baldini intende bypassare. Il ds salentino attende di conoscere i costi complessivi dell’operazione e intanto tiene in stand-by Mancini. Per l’under 21 potrebbe esserci un’accelerazione a breve soltanto nel caso l’Atalanta venga incontro alle condizioni giallorosse (prestito iniziale, pagamento pluriennale e valutazione sui 20 milioni, rispetto ai 30 iniziali).

ALMENDRA, PIANO A – A Londra c’è anche Seri, regista ivoriano (ora al Fulham, retrocesso in Championship) già allenato da Fonseca nella stagione 2014-15, quando entrambi militavano nel Paços Ferreira. Il suo profilo, però, è scivolato in secondo piano rispetto a quello di Almendra, centrocampista del Boca Juniors che Petrachi considera la prima scelta per la mediana. Classe 2000, è un ragazzo che ha catturato l’interesse di diversi club europei (Porto, Napoli e Siviglia).

In patria lo paragonano a Riquelme, accostamento spesso abusato per i talenti della cantera degli Xeinezes che hanno inserito una clausola rescissoria di 25 milioni. Nato come centrocampista di destra in un reparto a tre, negli ultimi 7 mesi ha giocato in una posizione più centrale, come uno dei due mediani nel 4-2-3-1, il modulo preferito da Fonseca. La Roma sta provando ad inserirsi e ha incaricato di occuparsi della trattativa un intermediario italiano che ieri curiosamente era a Londra. Il Boca è pronto a trattare anche se preferirebbe attendere il 1 agosto, giorno del ritorno degli ottavi di Libertadores contro l’Atletico Paranaense.

Capitolo Veretout: questa mattinai il Milan incontra nuovamente la Fiorentina che domani parte per gli Usa. Tradotto: a ore il destino dell’ex Saint-Etienne dovrebbe essere noto. La Roma rimane in corsa e potrebbe vedere i viola (disposti a scendere da 25 a 22 milioni) in serata. Intanto ieri la Media Team Empower Sports, agenzia che cura le relazioni pubbliche di Fonseca, ha inviato via mail l’augurio di Fred nei confronti del suo ex allenatore. Curiosa la pubblicità voluta dare al saluto pubblico del brasiliano.

ALTRE 2 CESSIONI – Ufficializzato il ritorno di Marcano al Porto (la Roma ne ricava 3 milioni che fruttano 1,338 milioni di plusvalenze, essendo il difensore arrivato a parametro zero dietro però il pagamento di 2 milioni di commissioni), in giornata potrebbe esserci il bis con Gerson. Roma e Flamengo sono d’accordo: 10 milioni con la società giallorossa che ottiene anche una percentuale sulla futura rivendita del calciatore. Il giovane Celar, dopo aver rinnovato, si trasferisce in prestito al Cittadella. Il Cagliari rimane in pressing per Defrel.

FONTE: Il Messaggero – S. Carina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui