L’EDITORIALE Roma a due facce (di Valerio Cucci)

0
59

Parte con un pareggio amaro l’avventura di Paulo Fonseca nella Serie A 2019/2020. La sua Roma impatta in casa contro il Genoa dopo essere stata in vantaggio per ben 3 volte. Per il suo esordio nella Serie A, l’allenatore portoghese si affida alla vecchia guardia che ha terminato il campionato dello scorso anno con Mister Ranieri, unica eccezione l’impiego di Pau Lopez.

Under esulta gol Roma-Genoa – Photo by Getty Images

Per il primo gol della stagione bisogna aspettare solamente 6 minuti. Il piccolo turco Cengiz Under viene servito da Dzeko sulla destra; l’esterno offensivo con il solito movimento a rientrare finta il tiro due volte per eludere l’intervento dei difensori ed esplode il sinistro per la prima marcatura di questa stagione giallorossa. Lo stesso turco pochi minuti dopo avrebbe la possibilità di raddoppiare ma spreca calciando a lato.

Il pareggio del Genoa apre la strada alla serata nera della difesa giallorossa. Una disattenzione di Juan Jesus da il pareggio a Pinamonti. La Roma si rimbocca le maniche e con il migliore tra i numeri 9 della sua storia trova nuovamente il vantaggio. Dzeko riceve palla punta due difensori entrando in area e li supera; si accentra superando un altro difensore e conclude di sinistro non lasciano scampo a Radu.

Prima della fine del tempo il pari di Criscito su rigore; ancora Juan Jesus è in ritardo su Pinamonti e l’intervento in scivolata è falloso e costringe l’arbitro a decretare il calcio di rigore che lo stesso numero 4 del Genoa trasforma.

Kolarov esulta gol Roma-Genoa – Photo by Getty Images

La ripresa non cambia di molto quanto visto nella prima. Per trovare nuovamente il vantaggio la Roma ha bisogno di un’altra prodezza. L’autore stavolta è Kolarov che con una punizione dai 25 metri supera Radu per la terza volta. A margine il battibecco tra lo stesso serbo e Pellegrini in occasione di una punizione “per un destro” dalla stessa distanza di quella antecedente il gol, che diventa anche imbarazzante per il contropiede con cui la Roma subisce il 3-3; dalla sinistra Ghiglione può centrare il pallone che Kouame solo in area supera di testa Pau Lopez. Nel finale Zappacosta avrebbe il tap-in vittoria ma non trova il pallone, consegnando il pareggio a referto.

Fonseca nel post-partita ammette il poco equilibrio della sua squadra e le difficoltà difensive che rendono necessario un intervento sul mercato prima del due settembre. La sua prima Roma si è dimostrata buona dalla cintola in su ma ampiamente ancora da modificare e registrare la fase difensiva. Il derby di domenica sarà uno spartiacque che segnerà, senza dubbio, profondamente l’esperienza del portoghese sulla panchina giallorossa, nel bene e nel male e la sua “Magggica” dovrà farsi trovare pronta.

FONTE. Redazione Tuttoasroma – Valerio Cucci

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui