PALLOTTA: ‘L’International Champions Cup è una grande esposizione’

0
27

“L’ICC è una grande esposizione, ma è davvero solo una piccola parte del puzzle”, afferma il presidente della Roma James Pallotta. Il dirigente di Boston, anche proprietario dei Boston Celtics, sa che presentare la sua squadra ai fan americani in TV è molto importante nella costruzione del marchio Roma negli Stati Uniti. Definisce la trasmissione della Serie A negli Stati Uniti negli ultimi anni “cazzate”, ma ora è ottimista sulle prospettive per i prossimi anni, dal momento che la lega ha venduto i diritti internazionali a IMG per 433 milioni lo scorso autunno . Ora, le partite negli Stati Uniti saranno trasmessi su ESPN e il nuovo servizio di streaming sportivo DAZN.

Oltre a guardare le partite di calcio in diretta, i contenuti giocano un ruolo fondamentale nell’attrarre nuovi fan e nel mantenere quelli già fidelizzati entusiasti e impegnati. È qui che Pallotta e il suo team hanno individuato un’opportunità di crescita: “Ci sono molti team con aspirazioni globali per il loro marchio, ma come si fa a riguardo? La semplice produzione di contenuti per il contenuto stesso non è la risposta, deve essere buona “, afferma Pallotta. “Produciamo più contenuti di chiunque altro, ed è chiaro che le persone stanno rispondendo. Ci sono un sacco di servizi che vengono dati ai contenuti, ma non proporre cazzate e aspettarti che le persone paghino per loro o passino del tempo a vederle. ”

Quando si tratta di contenuti, i club più grandi sono spesso paragonat in base al numero dei loro follower: come testimoniano i più di 150 milioni di Real Madrid su piattaforme social . Pallotta sostiene, correttamente, che i club dovrebbero prestare attenzione al coinvolgimento. È l’unico modo in cui un club come la Roma, con circa un decimo dei seguaci del Real Madrid, può realisticamente competere. A Pallotta piacciono le sue probabilità, in base ai numeri, di crescita e di impegno che la sua squadra ha costantemente generato. Secondo il club, i conti ufficiali della Roma hanno generato più interazioni su Twitter a giugno rispetto a qualsiasi altra squadra italiana e hanno avuto il più alto tasso di coinvolgimento tra i primi 10 club in Europa.

Negli ultimi anni, Roma ha costantemente costruito il suo pubblico puntando sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Proprio il mese scorso la Roma ha generato 91 milioni di interazionii su Twitter, in crescita del 187% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Parte di ciò è una naturale conseguenza della Coppa del Mondo, ma la Roma ha anche avuto iniziative come iniziare un gioco di pronostici sulla Coppa del Mondo che ha messo la sua squadra sociale contro i seguaci nel raccogliere i punteggi della Coppa del Mondo con la possibilità di vinceremaglie firmate. Ha lanciato una serie di playlist Spotify, dal Northern Soul al rap della costa occidentale, per promuovere il suo imminente viaggio ICC e per dare ai fan qualcosa tra una partita e l’altra. Mentre la pre-season decolla, la Roma ha prodotto contenuti video interni su tutto, dalla formazione di squadra alle interviste con nuovi acquisti di giocatori. Il 14 luglio,live-stream un’intera partita su Twitter , una partita pre-campionato contro la squadra della Bassa Lega Latina, con 100.000 persone che si sono sintonizzate.

L’attenzione di Pallotta sul coinvolgimento sembra funzionare, con Roma che ha firmato un paio di importanti accordi con i marchi negli ultimi mesi, incluso il più grande contratto di sponsorizzazione di camicia con Qatar Airways, del valore di circa $ 48 milioni in tre stagioni, oltre a una camicia da allenamento sponsorizzazione con il sito di scommesse online Betway.

“A fine giornata, il nostro mantra è che tutto ciò che facciamo deve essere di prima qualità”, dice Pallotta. “Se credo che qualcosa non sia all’altezza, preferisco evitare di metterlo. Se non capisci quello che interessa i fans, loro possono stufarsi e smettere di seguirti.”

A parte gli Stati Uniti, il club sta anche lavorando alla costruzione di nuove connessioni in altri mercati in crescita come Messico, Cina e India, ma Pallotta afferma che la pazienza è la chiave per connettersi veramente con un nuovo mercato.

“Non metto pressione su nessuno dicendo ‘dobbiamo essere in India, dobbiamo essere in Africa, abbiamo bisogno di una presenza più grande in Cina!’. Generalmente non ho molta pazienza, ma capisco che se dietro c’è un progetto valido e un brand forte, nel corso del tempo acquisiremo fans nel mondo perché vorrà dire che facciamo le cose per bene.“

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui