IL FILM DI FRANCESCO TOTTI

mangone-okVittoria per 4-1 ieri in Europa League e primo posto nel girone. La Roma di Luciano Spalletti ha messo alle spalle il ko di domenica scorsa contro l’Atalanta, mentre l’ex giallorosso Amedeo Mangone ha così commentato il momento che vive la formazione capitolina: “Ho visto la gara di ieri contro il Viktoria Plzen, la Roma ha giocato bene. Ha una qualità offensiva straordinaria, poi c’è Dzeko che in questo momento sta facendo benissimo. Il bosniaco ha capito il calcio italiano dopo l’esperienza in chiaroscuro dell’anno scorso, ora sta segnando a raffica”.

Tornando al ko contro la Dea, cosa ne pensa? “Domenica la Roma ha sfidato una formazione molto forte, l’Atalanta vive un momento particolarmente felice. Non era semplice espugnare Bergamo, anche se nel primo tempo la Roma ha giocato molto bene. Forse la squadra giallorossa è stata poco matura nella conquista dei tre punti, anche il pareggio non sarebbe stato da buttare. La Roma deve maturare in tal senso, deve essere più concreta, incisiva e cinica nelle occasioni che ha a disposizione. In modo tale da non rischiare di andare in difficoltà”.

La Juve ha sette punti in più della Roma. È tutto aperto per il primato o crede che i giallorossi debbano guardarsi le spalle dalle altre rivali per il secondo posto? “E’ presto per dare giudizi, certamente la Juventus ha un vantaggio importante dopo un terzo del campionato. Bisogna capire che i bianconeri stanno facendo benissimo da anni e questo non rappresenta un caso, serve tanto lavoro per raggiungere il livello della Vecchia Signora. Ma la Roma deve crederci, manca ancora tanto alla fine del torneo”.

Col Pescara crede che la Roma possa correre qualche rischio? “La squadra di Oddo gioca molto bene ma concretizza poco. Certamente non mi aspetto una Roma che possa sentirsi appagata dopo il successo di ieri, anche perché la sconfitta con l’Atalanta brucia tantissimo e serve un immediato riscatto in campionato. Ma il Pescara crea sempre qualcosa in attacco, la Roma dovrà essere brava a colpire e ad assicurarsi i tre punti”.

Lei invece attende proposte per accomodarsi in panchina? “Certamente, attendo una offerta per valutarla. Certamente ci sono tante situazioni che cambiano in poche ore, come ad esempio è accaduto a Parma. Io sono in attesa, mi aggiorno e vedo partite in vista di una proposta per tornare in panca”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui