Per la difesa Lovren rimane una pista calda

0
48

Di vitale importanza per il completamento della rosa, non solamente a livello numerico, il reperimento di un difensore centrale resta la richiesta più urgente fatta da Paulo Fonseca alla dirigenza della Roma. Anche a margine dell’amichevole contro il Real Madrid, l’allenatore portoghese ha tentato di tracciare un identikit del calciatore cercato, parlando di esperienza e velocità. Un connubio che, ad esempio, è rintracciabile nelle caratteristiche di Toby Alderweireld, non a caso considerato il primo nome nella lista della spesa, ma anche uno dei più difficili da portare nella Capitale. La distanza tra domanda (dai 30 milioni in su) e offerta (almeno dieci milioni in meno, bonus inclusi) resta molto grande e anche le scelte di Mauricio Pochettino contribuiscono a complicare le cose.

Alla prima di campionato contro l’Aston Villa, il manager argentino ha sorpreso tutti non tanto per essersi affidato alla coppia Alderweireld-Sanchez, quanto per aver spedito in tribuna Jan Vertonghen per questioni tecnico-tattiche (“non era infortunato, ho portato in panchina Aurier e Dier che sono adattabili nel ruolo di centrale”, la versione dell’allenatore). Una scelta che secondo i media inglesi potrebbe aprire un vero e proprio caso di mercato, visto il contratto in scadenza a giugno 2020 dell’esperto ma poco veloce Vertonghen. Di certo, Fonseca aspetta proprio dal mercato l’elemento più forte della difesa, il leader che sia in grado di far crescere con i giusti tempi Gianluca Mancini. Anche per questo, sinora non è mai decollata la pista Daniele Rugani. (…)

FONTE: Il Rom,anista – D. Trecca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui