Se per caso fosse ancora vero che il fine giustifica i mezzi, l’1-0 con il Gent è un buon risultato. Del resto per la Roma contava la sostanza. E mai come ieri l’obiettivo era tornare a vincere in qualunque modo.

Non è mancato il black-out: palle improvvisamente perse, buttate, bollenti o vaganti, gambe non più rispondenti agli stimoli e allungamento dei reparti come fossero muscoli da sottoporre a stretching.

Carles Perez, il migliore, scopre addirittura un altro mondo: il debutto da titolare con gol. Un passaggio orizzontal di Lustig in uscita innesca Veretout e Dzeko, l’ex Barça finalizza mentre la difesa belga sta tentando di risistemarsi. Almeno stavolta sono stati scongiurati i danni peggiori.

FONTE: La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui