AMAZON SPECIAL OFFERT

L’episodio a Spoleto, nella gara tra i locali del BM8 e il Cascia quando il risultato era sull’1-1. I padroni di casa annunciano il ricorso per errore tecnico; in questi casi si assegna una punizione indiretta.

Incredibile episodio nel campionato umbro di Prima Categoria. Ieri, nella gara tra il BM8 e il Cascia, l’arbitro ternano Daniele Fora ha assegnato un calcio di rigore agli ospiti per una bestemmia. Un giocatore della squadra di casa, infatti, se l’è lasciata scappare dopo aver rinviato il pallone dalla propria area di rigore sul risultato di 1-1. Il direttore di gara ha udito e lo ha espulso, oltre ad assegnare il penalty agli avversari (che poi vinceranno 4-2). Tante, e vibranti, le proteste dei compagni, ma il fischietto è rimasto irremovibile, confermando la decisione. La BM8, però, ha annunciato il ricorso per errore tecnico. La norma relativa, in questi casi, prevede “l’assegnazione di una punizione indiretta in favore della squadra avversaria qualora un giocatore protesti, usi un linguaggio o gesti offensivi, ingiuriosi o minacciosi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui