PRIMAVERA De Rossi, Estrella e Calafiori dopo Inter-Roma

0
17

DE ROSSI Mister, è una grande prova di forza? “Siamo molto soddisfatti del risultato, ma non di tutta la partita. Certi aspetti vanno evidenziati, è una squadra forte e non possiamo appagarci a un certo punto della partita. Dobbiamo lavorare sull’aspetto mentale e trovare continuità”.

Continuità che è arrivata con la quarta vittoria consecutiva? “Si sono molto soddisfatto del momento della squadra. Ma il 2-0, 2-2 non può avvenire così. Certi atteggiamenti non vanno bene e non devono più verificarsi”.

Cosa ha detto ai ragazzi all’intervallo? “Il 3-2 ci ha dato una spinta, ma non dobbiamo avere spinte dall’esito della partita, dobbiamo continuare a fare il nostro gioco. Dopo il 2-0 ci siamo scollati, alcune giocate individuali non andavano fatte e l’esito poi è scontato”.

Pareri su Estrella e Tall? “Sono state due prestazioni individuali notevoli, come altre di grandi giocatori. Solo in un frangente hanno fatto tutti male e dobbiamo lavorare su questo aspetto. Sono contento per Estrella che ha ritrovato il gol e anche per l’esordio di Tall che sarà un valore aggiunto per la squadra”.

ESTRELLA Hai segnato tre gol. L’avevi immaginata così questa partita? “Sì, la immaginavo così. Abbiamo fatto una bella partita, abbiamo vinto contro una squadra forte”.

Una partita intensa, su un campo molto difficile. Quanto è importante questa vittoria? “Abbiamo vinto su un campo difficile e siamo felici, adesso abbiamo in casa l’Atalanta e dobbiamo vincere”.

4 vittorie consecutive e buon momento. Cosa è cambiato rispetto alle prime partite? “Non è cambiato nulla. Ci alleniamo bene, entriamo in campo concentrati”.

Un gol col Chievo, poi la pausa e la tripletta oggi. Come hai vissuto le partite senza segnare? Eri tranquillo? “Non ero tranquillo, un attaccante deve segnare. Ma sono sempre concentrato e oggi ho fatto una bella partita”.

CALAFIORI Quanto sei soddisfatto della partita? “Soddisfatto alla grande. Dall’inizio del campionato mi trovo sempre meglio”.

Il The Guardian ti ha inserito tra i migliori sessanta 2002. Ti senti l’erede di Kolarov? “Fa piacere, ma ci penso il giusto. Non ho fatto nulla ancora. Dobbiamo continuare a vincere e basta”.

Come ti senti? “Sono già due partite che mi sento meglio di prima dell’infortunio. Da ora sono tutte importanti e non possiamo permetterci di prendere certi gol dopo esser andati in vantaggio. L’infortunio mi ha forgiato”.

FONTE: Roma TV

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui