Pronto soccorso, gli infortuni di Roma-Juve sono gli ultimi di una lunga serie

0
20

Si gioca troppo e ci si allena poco e male. Le partite vengono programmate a orari folli o a distanza di 27 ore l’una dall’altra sullo stesso campo, dove i giocatori come Zaniolo e Demiral si infortunano. Il terreno di gioco dello Stadio Olimpico non avrà influito sugli infortuni, ma Perotti ci è andato pesante: “Il campo non è all’altezza della Serie A. In tutte le partite c’è qualche buca”.

Il motivo delle partite così ravvicinate è presto spiegato: l’Olimpico dovrà essere consegnato alla Uefa il 18 maggio per l’Europeo, mentre il campionato finisce il 24. Per questo motivo Roma e Lazio giocheranno le ultime due gare della stagione in trasferta. Intanto, l’operazione di Zaniolo di ieri è andata bene.

FONTE: Il Corriere della Sera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui