AMAZON SPECIAL OFFERT

Se uscirà con la sua squadra da questa brutta situazione, Di Francesco ricorderà questo come uno dei più brutti periodi della sua carriera di professionista. Il positivo effetto della scorsa stagione, festeggiata con un prolungamento di contratto fortemente voluto dal ds Monchi e avallato con molto piacere dal dg Baldissoni e dal presidente Pallotta, si è esaurito presto. (…) Poi l’inizio difficile di campionato ha ulteriormente complicato il suo lavoro, con i risultati mancati e il conseguente clima nuovamente infuocato di un ambiente sempre più impaziente. Sul piano personale poi tra interventi programmati (quello all’anca a giugno, quello più recente agli occhi) e incidenti di percorso (la frattura alla mano per il pugno dato in panchina nel concitato finale con l’Atalanta) ha dovuto sopportare diversi fastidi che hanno inevitabilmente influito anche sull’umore. E per finire c’è stata l’altra spiacevole conseguenza dell’interpretazione libera data da alcuni giornali all’episodio dello sputo di Costa al figlio Federico che lo ha portato ieri, in conseguenza alla domanda di un giornalista spagnolo, alla spassionata difesa dei valori del ragazzo, fatto passare per razzista probabilmente da chi cercava appigli per giustificare la reazione del brasiliano. (…) Da questo punto di vista Madrid potrebbe rappresentare un bivio importante che lui ha scelto di affrontare a modo suo, con le scelte coraggiose che il suo ruolo gli impone. Se andrà male, diventerà lui il principale obiettivo delle critiche, anche in virtù della formazione mandata in campo. Se la Roma risponderà bene, invece, potrebbe arrivare la svolta in grado di dare un senso diverso alla stagione. Lo speriamo davvero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui