AMAZON SPECIAL OFFERT

Fino a sabato sembrava un’impresa, una settimana era quasi fantascienza. Invece la risalita della Roma, complici le cadute improvvise della concorrenza e la vittoria di Genova, ha riportato i giallorossi a -1 dal 4° posto e tante speranze di centrare la qualificazione in Champions per il quinto anno consecutivo proprio quando tutto sembrava perduto. De Rossi e compagni possono contare su una garanzia in tema di rimonte: Claudio Ranieri. Il tecnico, chiamato il 7 marzo a sostituire Di Francesco, non è nuovo a imprese in corsa. Nel 2000 prese il posto di Vialli e portò il Chelsea in Europa lanciando ex giovani come Terry, Lampard e Gallas.

Poi ci sono le rimonte italiane: la miracolosa salvezza col Parma nel 2007 e il quasi scudetto con la Roma nel 2010. Esperienza è la parola chiave, non solo per quel che riguarda Ranieri. Il club giallorosso è abituato a lottare per le prime posizioni e ha recuperato giocatori esperti in questo campo come De Rossi, Kolarov o Manolas. Poi c’è il calendario che strizza l’occhio. Trasferta con l’Inter a parte (20 aprile, e possibilità di accorciare anche sui nerazzurri) gli impegni sono tutt’altro che proibitivi. In casa: Udinese, Cagliari, Juve (già campione) e Sassuolo. In trasferta Genoa e Parma. Partite morbide, ma solo sulla carta. Perché la Roma – e qui passiamo alle dolenti note – ha dimostrato di avere crolli improvvisi anche dopo segnali confortanti di ripresa.

È accaduto a ottobre e febbraio. Proseguono anche gli infortuni muscolari figli di una condizione fisica allo stremo. Quello di Karsdorp è il 45° stop muscolare in stagione: lesione al bicipite femorale e tempi di recupero tra i 20 e i 30 giorni. Poi c’è la classifica in salita. In questo momento Milan e Atalanta sono avanti di un punto ma, visti gli scontri diretti e la differenza reti, i punti virtuali sono due. Alle due lombarde potrebbe aggiungersi la Lazio se dovesse vincere il recupero con l’Udinese.
Nella qualificazione in Champions spera ovviamente Totti che ieri, al fianco di Figo («Ti ho rubato il Pallone d’Oro, lo meritavi», ha scherzato il portoghese), ha presentato la partita amichevole La Notte dei Re che si giocherà il 2 giugno al Foro Italico con incasso devoluto al Bambin Gesù. Parteciperanno Cassano, Pirlo, Rivaldo e molti altri

FONTE: Leggo – F. Balzani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui