Ritiro a Trigoria e poi gli Usa: i giallorossi provano a fare bis (RS La Gazzetta dello Sport)

0
13

Diciamolo subito: al momento non ci sono certezze, anche perché tutto dipenderà dal posizionamento finale in classifica (ovviamente, c’è una enorme differenza tra qualificarsi per la Champions oppure dover andare a fare i preliminari della Europa League). Ma la Roma in ogni caso cerca di programmare già la prossima stagione, avendo comunque una certezza: il viaggio negli Stati Uniti. Ieri, infatti, è stato ufficializzato l’invito al club giallorosso per partecipare alla International Champions Cup, che si svolgerà appunto negli Usa. (…)

La tournée sarà però più breve rispetto allo scorso anno (massimo una decina di giorni contro i 17 del 2018) e sarà preceduta dal consueto ritiro, che dovrebbe svolgersi anche stavolta a Trigoria, visto che ormai il centro sportivo – per attrezzature destinate al lavoro e al recupero – non ha quasi eguali in Italia. L’ultima parola, però, spetterà anche al nuovo allenatore, che potrebbe preferire l’ipotesi di spezzare il lavoro andando anche in montagna, anche se al momento le indicazioni del club paiono differenti.

Ciò che si spera, naturalmente, è che il numero di infortuni sia sensibilmente diverso rispetto a quello dell’attuale stagione. Chi invece non si ferma mai è Francesco Totti, che ieri a Chengdu, in Cina, ha giocato la prima partita per la «Football Legends Cup», ricevendo un’accoglienza da vera e propria star del calcio internazionale. Nella conferenza, in cui si è detto «felice» di partecipare all’evento, sono apparse tante magliette giallorosse con il numero dieci. (…)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui