AMAZON SPECIAL OFFERT

(PREMIUM SPORT) “Credo che il gol e la vittoria siano stati il miglior regalo di compleanno, siamo stati molto concreti in queste tre partite e bravi a non prendere gol”.

Cos’è cambiato? “C’è una mentalità diversa, non si può vincere sempre 3-4 a 0. Penso che la difesa stia crescendo molto e siamo contenti”.

Obiettivi? “Non vogliamo perdere punti, noi dobbiamo fare il nostro e pensare partita dopo partita. Il mio rendimento? Penso di essere stato sempre a un buon livello quando chiamato in causa, tra poco c’è la Nazionale ma prima ci sono Chelsea e Fiorentina. Sono contento del gol e della prestazione in generale”.


(SKY SPORTCompleanno ieri, oggi il regalo? “Penso sia stato il modo migliore per festeggiare, e non solo per il gol ma per la vittoria, fondamentale per noi. Siamo stati bravi a non prendere gol e a gestire la palla, è sicuramente un momento positivo di grande lucidità”.

Totti, leggendo il labiale, ha detto: “Pure io li facevo così”…  “E’ un grande complimento, mi fa piacere aver segnato e aver regalato una vittoria alla squadra”.

Otto cambi dalla gara con il Crotone ma non cambia la sostanza. E’ questo il segreto? “Siamo sempre sull’attenti, ci sentiamo tutti titolari per cui è un fattore importante per noi e siamo soddisfatti di ciò”.

Miglior difesa… “Sì, penso sia cambiata la mentalità. Lavoriamo tanto sull’attenzione e sulla fase difensiva, stiamo crescendo in entrambe le fasi e arriviamo bene anche in fase offensiva, anche se potremmo concretizzare un po’ di più. L’importante è non prendere gol”.


(ROMA TVPiù bel gol della carriera? “Non lo so, ma è stato bello”.

 Totti? “Prima della gara l’ho salutato, e mi ha detto che ogni volta che gli sto vicino io faccio gol. Lui è nato con quel piede, noi ci proviamo”.

Era uno schema quello di stasera? “Sì, l’abbiamo provato in allenamento. Non è venuto perfetto ma va bene”.

Che gara è stata? “Simile a quelle precedenti, di grande sostanza e determinazione specie in fase difensiva. Dobbiamo prendere le vittorie per 1-0 come un segnale positivo. Lavoriamo meglio in fase di ripiego con i difensori e gli attaccanti, dobbiamo essere soddisfatti”.

Cosa servirà col Chelsea? “Servirà più concretezza, oggi è mancato. Abbiamo costruito bene il gioco poi non abbiamo finalizzato, con squadra come il Chelsea dovremmo provare a farlo in tutte le palle. Sarà difficile”.

Cosa è cambiato tra Spalletti e Di Francesco? C’è attenzione difensiva… “C’è una mentalità diversa dal punto di vista difensivo, lavoriamo molto in settimana sulle rimesse e sulle scappate, nelle pressioni siamo aggressivi e ci aiuta. Poi di testa dietro le prendiamo tutte con Fazio e Jesus, anche questo è a nostro vantaggio”.

Hai ancora tanti margini di miglioramento… “Ci sto lavorando, il mister mi sta aiutando, nel credere ancora di più in me. Ho la sua fiducia e per me è fondamentale”.

Karsdorp? Hai sventolato la sua maglia… “Il gol è suo, ha avuto tantissima sfortuna dopo il rientro. Lui si è sempre allenato benissimo per tornare disponibile e vederlo di nuovo così fa male, speriamo possa tornare presto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui