La Roma si è ufficialmente persa in questo 2020. I giallorossi, nel decisivo scontro diretto contro l’Atalanta, hanno raccolto la terza sconfitta consecutiva, la sesta in 9 partite nell’anno nuovo. Contro la squadra di Gasperini, Fonseca torna ad affidarsi a Mancini a centrocampo in una sorta di 4-1-4-1, con Mkhitaryan mezza’ala al posto di Veretout e Pellegrini dall’altra parte.

In difesa si rivede Fazio in coppia con Smalling. L’Atalanta entra in campo subiti aggressiva, la Roma prova a tenere il pallino col possesso palla di Mkhitaryan e Pellegrini. Una l’occasione per la Dea, con Zapata, su cui è bravo Pau Lopez in uscita bassa. Allo scadere del primo tempo il vantaggio di Dzeko grazie ad un errore di Palomino su un retropassaggi di Hateboer, col bosniaco freddo in area. Nella ripresa, come spesso accaduto, il blackout.

Il difensore nerazzurro si riscatta trovando il pareggio, seguito dalla rete del neo entrato Pasalic. Fonseca prova le mosse Perez, Veretout e Villar, ma non incidono. Vince l’Atalanta, che in attesa della sfida di mercoledì contro il Valencia, ipoteca il quarto posto.

FONTE: Il Messaggero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui