Roma-Cska, Di Fra si affida ai suoi senatori e al pubblico (RS Il Corriere della Sera)

0
8

Per l’ennesima partita della vita, che quest’anno arriva con anticipo da record sui tempi canonici, Eusebio Di Francesco si affida ai senatori e al pubblico. Non potrà farlo con Javier Pastore, bloccato dal polpaccio destro. […] Alla vigilia della prima sfida contro il Cska Mosca (ritorno il 7 novembre) l’allenatore abruzzese ha recuperato De Rossi (sarà titolare) più Kolarov e Schick (in panchina). Torna Santon dall’inizio e rientra naturalmente Manolas. «Stasera avremo un grandissimo bisogno del nostro pubblico, al di là se ci saranno 30mila, 35mila o 40mila spettatori. Poi è normale che dovremo essere bravi noi a trascinarli con la prestazione e gli atteggiamenti giusti», ha detto il mister.

Il riferimento non è casuale. Secondo Di Francesco sono mancati proprio nell’avvicinamento alla partita contro la Spal. E sarebbero sempre i più giovani quelli più coinvolti: «Ci sono passaggi a vuoto perché i giovani passano attraverso prestazioni buone e meno buone. Alla Roma, però, si è costretti a vincere. Io do a tutti una possibilità, ma come l’ho data la posso anche togliere». Magari si può fare anche senza tribune punitive annunciate in pubblico il giorno prima.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui