ROMA-LIONE In arrivo mille francesi: massima allerta per la sicurezza

0
7

Sono partite già nella giornata di ieri le misure di sicurezza in vista della partita di stasera all’Olimpico. In arrivo da Lione, infatti, c’è un migliaio di tifosi, una parte dei quali – circa 400 – considerata pericolosa. Il rischio è che possano esserci tentativi di “vendetta” dopo le intemperanze che hanno coinvolto qualche tifoso romanista una settimana fa a Lione, fuori dallo stadio. La Questura di Roma ieri ha aperto un tavolo tecnico presieduto dal nuovo questore Guido Marino: sono stati studiati tutti i dettagli e saranno controllate anche zone lontane dallo stadio Olimpico, come il centro storico e altri quartieri dove i tifosi francesi potrebbero trascorrere il tempo, prima e dopo la partita. Gli agenti impegnati oggi saranno circa mille, bonifiche e controlli sono previsti nei pressi di diversi monumenti storici e alla stazione Termini.

COLLABORAZIONE – La Questura ha iniziato da qualche giorno una collaborazione con la polizia francese. E ieri è stato prodotto un opuscolo in lingua francese con tutte le indicazioni per i tifosi transalpini in arrivo. Il punto di raccolta per il pubblico in arrivo da Lione sarà Piazzale delle Canestre, a Villa Borghese: per arrivare all’Olimpico, poi, ci saranno dei bus organizzati che saranno scortati dalle forze dell’ordine. I filtraggi s’inizieranno nei punti di accesso alla città, aeroporti e caselli autostradali, dove sono attesi circa 10 autobus provenienti dalla Francia, oltre a mini-van e veicoli privati. A quanto reso noto dalla questura «le forze dell’ordine, a disposizione per fornire informazioni ed indicazioni ai tifosi, provvederanno a rigorosi controlli ove emergessero indizi di pericolo». Insieme agli agenti della Digos romana, ha lavorato una squadra di tre esperti francesi che continueranno oggi la collaborazione durante lo svolgimento delle operazioni. «Massima sicurezza e tolleranza zero»: è il concetto espresso ieri dal tavolo tecnico guidato dal questore Guido Marino, a cui erano presenti i funzionari impegnati e i responsabili degli enti erogatori dei servizi. «Oggi – hanno sottolineato dalla questura – Roma sarà particolarmente impegnata per la partita Roma-Lione e per l’avvio dei lavori della conferenza dei presidenti dei parlamenti dei paesi dell’Unione Europea, in programma tra la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica e il Quirinale».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui