ROMA-SAMPDORIA Spalletti: ‘Facciamo crescere altri Totti. Se continua così, Francesco dura altri cinque anni’

0
6

Spalletti Conferenza post gara Cagliari-RomaPartita a due facce. Perché? “I primi 20′ la Roma ha fatto bene, non in maniera tambureggiante, ma bene. Abbiamo sbagliato il raddoppio e qualche palla di troppo, questo per prendere meriti personali; poi ci viene il ‘piedino’, qualche fischio e ci si impaurisce. Non abbiamo una grandissima personalità, spero di essere smentito, ma i fatti dicono questo. Poi è arrivato Totti, lui fa le cose per voler cambiare le cose, non per dire ‘l’ho fatto’ e allora cresce la personalità. Il nubifragio: terreno ottimo, nono ho mai visto un terreno filtrare tanta acqua in così poco tempo”.

Come si spiega il cambio di mentalità, esclusi i cambi? “Totti. Si spiega con Totti in campo. Finché non si trovano altri Totti non si può competere con le squadre più blasonate, e bisogna scrivere bene anche di altri giocatori, sennò non si troveranno mai altri Totti; e questo non vuol dire che ce l’ho con Francesco, anzi: se continua ad allenarsi così, può giocare anche l’anno prossimo. Dura anche cinque anni. Sono partito con Perotti ed El Shaarawy perché conosco bene Giampaolo e volevo andare alle spalle della sua difesa per eludere la pressione, poi mi è servito uno che non aveva il “piedino”. Ma ci sono altri giocatori a cui non viene il “piedino”: Salah, Strootman, Nainggolan…..devono dimostrarlo, per ora in alcune cose riesce solo lui”.

Come mai si deve ricominciare da zero sugli automatismi tattici? “Non si è ricominciato da zero. Quando si perde il possesso della partita gli altri ci creano problemi, bisogna andare avanti con forza”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui