Bruno Peres esulta con i compagni Roma-Lecce - Photo by Getty Images
AMAZON SPECIAL OFFERT

Una partita da non sbagliare, per andare avanti in una competizione in cui la Roma non ha mai superato – da quando ha l’attuale denominazione – gli ottavi di finale. I giallorossi si presentano nel gelo della Ghelamco Arena (il calcio d’inizio è fissato alle 18.55) con la voglia di dare un calcio definitivo alla crisi avuta tra gennaio e febbraio e di conquistare la terza vittoria consecutiva per partire poi con lo rincorsa al quarto posto dell’Atalanta in campionato.

Fonseca alla sua squadra ha dato l’input di giocare come sa, senza snaturarsi e senza fare barricate per difendere l’1-0 dell’andata: «Penso che se vogliamo solo difendere non è buono, vogliamo giocare come sempre, è importante fare gol in questa partita e per farlo dobbiamo giocare come sempre e avere ambizione. Vogliamo stare nella metà campo offensiva non in quella difensiva. In Europa le partite sono più aperte, si giocano soltanto due partite, una squadra resta e l’altra esce. Mi piace di più quando il calcio è più aperto, normalmente è così in queste competizioni e mi piace di più questo tipo di sfide».

Nessuno in casa Roma sottovaluta il Gent di Thorup, che all’andata in diverse occasioni ha messo in difficoltà la difesa giallorossa e con Depoitre ha anche sfiorato il pareggio: «E’ una partita – ha continuato Fonseca – importantissima, vogliamo passare. Dobbiamo pensare che iniziamo dallo 0-0, dobbiamo avere coraggio come abbiamo fatto con il Lecce. Questa squadra non ha subito nessuna sconfitta casalinga in stagione, hanno segnato sempre qui e giocano in casa con un risultato che è ancora aperto. Noi dobbiamo pensare che questa – ribadisce l’ex Shakhtar – è una partita importante. Non dobbiamo pensare più avanti, è inutile se non vinciamo con il Gent. La prossima partita è sempre la più importante, non dobbiamo guardare al futuro. Questa squadra è all’inizio di un processo e ci sono molte cose da migliorare, in futuro potremo vedere sicuramente una Roma migliore».

Il Gent giocherà in uno stadio che si preannuncia infuocato – saranno circa un migliaio i tifosi della Roma nel settore ospiti – ma un gol quasi taglierebbe le gambe al club belga (servirebbero tre reti per la qualificazione), dando un’importante iniezione di fiducia a Dzeko e compagni, che non hanno nessuna intenzione di essere eliminati o di portare la sfida ai supplementari: «Non ho – le dichiarazioni di Kluivert, presente in conferenza accanto a Fonseca – paura per questa partita, abbiamo fiducia e dobbiamo vincere anche per i nostri tifosi. Sono soddisfatto della mia scelta di venire alla Roma, sto imparando ogni giorno qualcosa di nuovo, soprattutto dai compagni più esperti. E evidente che possa fare sempre meglio e quello è il mio obiettivo. La serie negativa ci ha fatto molto arrabbiare, non possiamo fare errori. L’Europa League è una competizione importante». L’olandese non sbaglia, la Roma non può fallire un altro obiettivo stagionale.

FONTE: Il Tempo – F. Biafora

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui