Fonseca in panchina in Roma-Brescia - Photo by Getty Images
AMAZON SPECIAL OFFERT

SKY Molte sorprese nel turno… “Abbiamo raggiunto l’obiettivo principale che era la qualificazione ma non abbiamo fatto una buona partita. Era importante vincere e non abbiamo fatto una partita con l’atteggiamento giusto”.

Molti errori in fase di impostazione e nella metà campo avversaria. Che spiegazione dà? “Prima della partita abbiamo pensato che questa partita fosse già vinta. Non è vero, è stata una buona squadra. Sbagliati molti passaggi, è stato difficile perché abbiamo sbagliato la circolazione. Quando sbagliamo tanto dopo è normale che non possiamo attaccare come dovremmo. Non sono soddisfatto della partita”.

Non era un girone facile. Va fuori la capolista della Bundesliga… “Non è facile accettare questo risultato contro questa squadra. Hanno fatto una partita senza pressione e con grande atteggiamento, non è stata una partita che mi è piaciuta”.

Nella difficoltà quanto è importante fermarsi e poi spingere? “E’ vero, dobbiamo saper gestire il ritmo della partita. Quando sono entrati Zaniolo e Pellegrini abbiamo fatto meglio, ma è vero che nel primo tempo abbiamo perso la palla molte volte giocando in accelerazione. Quando sbagliamo tanto è normale che l’altra squadra in contropiede può creare pericoli”.

Questa partita ha confermato che nel calcio le fasi di attacco e difesa sono legate… “Devo dire che l’altra squadra ha aspettato che la palla fosse giocata nei corridoi. Poi quando la palla arrivava al nostro terzino non è stato possibile uscire dalla pressione. Se cambiavamo gioco avremmo avuto spazio, abbiamo sempre perso la palla. Non abbiamo cambiato gioco dove avevamo spazio, è difficile così”.

Oggi sembrava la Roma delle prime partite. La Roma che possibilità ha di vincere l’Europa League? “Non con questo atteggiamento. Così è difficile. Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita che è molto difficile, quella con la SPAL. Poi penseremo alla partita dell’Europa League”.

Meglio affrontare subito una squadra importante o meglio una squadra minore?
Difficile scegliere adesso. Ci sono tante squadre forti, vediamo. Non ho preferenze.

ROMA TV Che partita ha visto? “Non mi è piaciuta. Dovevamo essere più aggressivi, non abbiamo fatto una buona partita”.

E’ stata una questione di mentalità? “Penso che abbiamo pensato che era facile. Qualche giocatore non mi è piaciuto. È difficile per me parlare. Qualche giocatore non ha meritato di giocare questa partita”.

Delusione per l’atteggiamento oggi… “Questa squadra ha avuto sempre l’atteggiamento giusto ma oggi no. Mi aspetto che nella prossima partita faremo diversamente, così non si possono vincere queste partite”.

Più arrabbiato sulla parte tecnica, tattica o fisica? “Abbiamo sbagliato molti passaggi e molti decisioni. Non è facile capire perché. Soprattutto all’inizio della costruzione abbiamo sbagliato molte volte”.

CONFERENZA STAMPA Cosa ha detto alla squadra e come valuta l’esperienza in Europa League? “Abbiamo raggiunto il principale obiettivo ovvero la qualificazione ma non mi è piaciuta la partita. Siamo scesi in campo convinti che fosse facile, ma non è. Giocare contro il Wolfsberg è difficile perché gioca con un grande atteggiamento. Non abbiamo fatto una buona partita e ci sono tante cose di cui potremmo parlare ma non ne ho voglia”.

Chi dei tre dietro Dzeko l’ha convinta di più?“Io voglio parlare prima con i giocatori che con la stampa di queste cose”.

Si aspettava i fischi dello stadio quando la squadra passava la palla indietro invece di attaccare? “Noi vogliamo sempre vincere e i giocatori in quel momento non sapevano i risultati dell’altra partita. E’ una situazione su cui lavorare, è meglio giocare col portiere che perdere la palla. Il problema è che quando abbiamo fatto questo, dopo giochiamo col terzino sbagliando molto. Abbiamo sbagliato molto quando dovevamo uscire dal pressing”.

Perché la squadra ha sottostimato l’avversario ancora una volta? “Questa squadra ha sempre giocato con grande atteggiamento, stasera no. Io ho parlato prima della partita e ho avvertito i giocatori che era una partita pericolosa per questo. La partita va vinta sempre in campo. Dobbiamo capire cosa è successo”.

Come avevate preparato la partita? “Abbiamo preparato questa partita dopo ciò che era successo all’andata. Avevamo la linea di passaggio per cambiare gioco e non l’abbiamo fatto. Abbiamo perso molte volte la palla e questo non è possibile”.

E’ cambiato qualcosa tra la partita d’andata e questa? “Non abbiamo vinto e non abbiamo fatto due buone partite. E’ una squadra che ha avuto un grande atteggiamento e molto pericolosa in contropiede. Penso che non abbiamo fatto due buone partite, nessuna delle due”.

FONTE: Sky – Roma TV – Redazione Tuttoasroma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui