Tifosi delusi: società e giocatori nel mirino (RS La Gazzetta dello Sport)

0
5

(…) Dopo la prima crisi, dovuta alla cessione di Strootman, e dopo i giorni no intorno alle sconfitte contro Bologna e Spal, a Roma si respira di nuovo aria da grande resa dei conti. La qualificazione in Champions non basta a rasserenare i tifosi, basta – semplicemente – vedere i commenti sotto ai vari post pubblicati dalla Roma. (…). Come sempre, la società è ritenuta la principale colpevole, non a caso allo stadio sono arrivati cori contro dirigenti e, soprattutto, presidente. Poi ci sono i calciatori, considerati, nel migliore dei casi, «inesperti o sopravvalutati». (…) Nelle radio in pochissimi hanno speranze positive contro l’Inter. E poi c’è Di Francesco: rispetto al passato qualche critica in più, nei suoi confronti, si sente, ma l’allenatore continua ancora ad essere protetto e tutelato dai romanisti. Allo stadio – mai un fischio per lui – come sui social. (…). i tifosi si aspettano una risposta da quei giovani rimasti finora nelle retrovie. E quindi, al netto del quasi totale plebiscito per Zaniolo, c’è chi consola Ünder per l’errore, chi vuole vedere Luca Pellegrini al posto di Kolarov «che ormai ne gioca una sì e una no, sempre che si possa dire» e chi, soprattutto, si aspetta il cambio di passo da parte di Kluivert e Schick. (…).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui