Verso Udine: Pastore out, Perotti resta in dubbio (RS Il Tempo)

0
4

«Se stai attraversando l’inferno, non ti fermare»: è Perotti che cita Churchill sui social e non ci sarebbe nulla di strano se Pastore facesse lo stesso. I due argentini stanno vivendo un incubo simile, sono alle prese con infortunio recidivo al polpaccio, ma hanno scelto strade diverse per la cura. L’attaccante si sta allenando a Trigoria, sente ancora qualche fastidio, ma è tornato a correre e se, dopo questa fase di riatletizzazione, riuscirà a fare una serie consecutiva di sedute in gruppo potrà andare a Udine, altrimenti si prenderà altro tempo.

Il fantasista ex Psg è alle prese con una lesione fibrotica frutto dei continui infortuni al soleo destro, dove si sono formate delle cicatrici che hanno reso il muscolo più duro del normale. Ora è a Barcellona, nella clinica Corachan, per una terapia a base di fattori di crescita, e resterà lì fino a domani perché i medici vogliono vedere come reagisce. Contro l’Udinese non ci sarà, salvo miracoli.

Recuperato Karsdorp, quasi Luca Pellegrini, tornato a correre in campo. De Rossi è fermo alla fisioterapia, la prossima settimana sarà decisiva per capire se il ginocchio gli darà pace.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui